Castelli della Drômois - Borghi medievali



I castelli della Drômois



Entra nel mondo dei castelli della Drôme, tre luoghi unici segnati da storie movimentate.
http://www.chateaux-ladrome.fr

Château des Adhémar Montélimar - Un palazzo medievale

Situato sul sito di un antico castello motte fondato dalla famiglia Adhémar nel X secolo, questo palazzo medievale fu costruito dalla stessa famiglia nel XII secolo. Porta il nome di una prestigiosa linea in Provenza e Delfinato, i cui rappresentanti furono signori di Montélimar per diversi secoli.
Il sito è composto da una casa signorile, una cappella romanica, una torre quadrata e un recinto fortificato sormontato da un camminamento. Nel corso dei secoli gli edifici hanno avuto molteplici funzioni: palazzo, cittadella, prigione, luogo culturale pubblico.
Questo monumento storico tutelato, di proprietà del Dipartimento della Drôme, ha subito restauri successivi e poi è stato aperto al pubblico nel 1983.

Castello di Suze-la-Rousse - Una fortezza medievale

Costruita su un promontorio roccioso, la fortezza medievale di Suze-la-Rousse è una spettacolare struttura militare protetta da torri e un bastione. Fu trasformata nel XVI e poi nel XVIII secolo in una grande residenza. All'austerità delle difese esterne, che dominano prepotentemente il borgo fortificato, si contrappongono le facciate rinascimentali del cortile d'onore, così come la ricchezza interna dei dipinti, degli stucchi e degli intonaci dei soggiorni.
Alla periferia del castello, classificato monumento storico, si estende il labirinto, una vasta area boschiva dove ancora sorgono le mura di una corte di palme del XVI secolo, una colombaia e una cappella.

Château de Grignan - Un palazzo rinascimentale e classico

Nel cuore della Drôme provenzale, che domina pianure e montagne, il castello di Grignan è costruito su un promontorio roccioso che domina il villaggio. Testimone dell'architettura rinascimentale e del classicismo francese, l'edificio ha avuto una storia ricca di eventi. Un castello fortificato menzionato nell'XI secolo, fu trasformato durante il Rinascimento in una prestigiosa residenza di piacere dalla famiglia Adhémar.
Nel XVII secolo vi soggiornò la marchesa di Sévigné con la figlia Françoise-Marguerite. Smantellato durante la Rivoluzione e poi ricostruito all'inizio del XX secolo, dal 1979 appartiene al Dipartimento della Drôme, che sta portando avanti un ambizioso programma di restauri e acquisizioni.
Classificato come monumento storico nel 1993 e insignito del marchio Musée de France, il castello di Grignan offre ai visitatori preziose testimonianze sull'arte di vivere in tempi diversi. Questo luogo incantevole funge anche da cornice per un programma culturale durante tutto l'anno.


I borghi medievali più belli

Marsanne

Trovate tutte le informazioni su Marsanne alla pagina https://domainedelatourmentine.ellohaweb.com/presentation/decouvert-marsanne.html

Soia

Risalire la "calade" (strada acciottolata) dei vecchi Soyans è come tornare indietro nel tempo o sfogliare un libro di storia.
Tra due file di case, spesso datate, a volte decorate con sculture, il camminatore arriva davanti all'imponente antico cancello dei bastioni che ospita la piccola cappella di Santa Filomena. Una scalinata conduce alle rovine del castello che domina le gole del Roubion.
Questo vero e proprio "nido d'aquila" era uno dei castelli più importanti della Drôme, ma ha subito le guerre di religione e la Rivoluzione francese. Accanto ad essa, la bellissima chiesa romanica di San Marcel conserva affreschi originali. Dall'alto, la vista della montagna di Saoû è eccezionale.
Sotto il villaggio, il Roubion offre uno spettacolare scenario naturale che richiede il nuoto.



Cresta

Dalla cima del Tour de Crest, il mastio più alto di Francia a 52 metri, goditi uno dei panorami più belli della valle.
Monumento di punta del nostro territorio, la Torre vi offre un notevole esempio di architettura monumentale.
In questo paese caratterizzato dalla sua gastronomia, avrete l'opportunità di assaggiare Défarde, un piatto a base di trippa di agnello; oppure La Couve, un frollino aromatizzato all'arancia. I produttori locali vi delizieranno nei mercati o in fattoria.
Crest e la sua regione offrono anche una bella collezione di artigiani e gallerie, che contribuiscono a rendere la regione una tappa essenziale sulla strada del know-how nella Drôme.
Apprezza anche il fiume Drôme prendendotempo per passeggiare lungo le rive o rinfrescarsi nelle sue acque turchesi!

Taulignan

Attorno al suo castello (distrutto nel 1793) viveva il borgo castrale del XIII-XV secolo, al riparo dalle fortificazioni che ancora segnano il paesaggio medievale del sito.
Si sono conservate undici delle quattordici torri che difendevano le mura, così come la porta nord, o porta Anguille, fiancheggiata da due torri collegate da una galleria su caditoie. Il villaggio ospita molte facciate rinascimentali e case del XVII e XVIII secolo.
Il "Mercatino di Natale medievale" si svolge ogni anno a Taulignan. Molti artigiani espositori sono presenti per le vie del borgo con varie attività.

Nyons

"L'unica differenza tra Nyons e Paradise è che a Nyons siamo molto vivi", ha detto René Barjavel. Originario del paese, è cresciuto su queste terre circondato da ulivi ai piedi delle Baronnies Provençales. Nyons, classificata tra "Le più belle deviazioni di Francia", è soprannominata "la piccola Nizza" per via del suo microclima con l'aria mediterranea.
Piazzole ombreggiate e terrazze dei caffè, portici e negozi, il ponte romano sul fiume Eygues, vecchi mulini: c'è di tutto e persino il tradizionale mercato provenzale del giovedì mattina (uno dei più belli della Drôme). Olio di Nyons e olive ovviamente (prodotto in DOP), tartufo, miele, lavanda, frutta e verdura biologica, vini, tigli e piante aromatiche:un'antologia di colori, odori e sapori.
La piccola città turistica di Nyons è classificata tra "Le più belle deviazioni di Francia".
Unico e insolito: La Scourtinerie, l'ultimo produttore in Francia di scourtin, piccoli cestini piatti intrecciati in fibra di cocco usati come filtro per l'estrazione dell'olio d'oliva.
Vuoi fare festa? Partecipa all'Alicoque (festa dell'olio nuovo) la prima domenica di febbraio o agli Olivades a luglio!

 
 
 

Châtillon en Diois

A Châtillon-en-Diois, è lo sciabordio di 17 fontane con vasche in pietra che accompagna le passeggiate negli stupri (piccoli vicoli) di questo borgo medievale, etichettato come villaggio botanico.
Nella montagna Glandasse, il Cirque d'Archiane e le sue imponenti scogliere calcaree, che segnano l'estremità meridionale del Parco Naturale Regionale del Vercors, è un altro sito grandioso da non perdere.
A Châtillon-en-Diois, è lo sciabordio di 17 fontane con vasche in pietra che accompagna le passeggiate negli stupri (piccoli vicoli) di questo borgo medievale, etichettato come villaggio botanico.
Nella montagna Glandasse, il Cirque d'Archiane e le sue imponenti scogliere calcaree, che segnano l'estremità meridionale del Parco Naturale Regionale del Vercors, è un altro sito grandioso da non perdere.